News

Il 2022 dei motorsport: cosa aspettarsi dall'anno nuovo

Il 2022 sarà un anno di grandi cambiamenti e aspettative per la Formula 1, ma non solo. Se nel Circus le importanti modifiche nell’aerodinamica delle monoposto e negli pneumatici promettono una stagione di competizioni spettacolari, anche le altre realtà del motorsport vivono una fase caratterizzata da importanti innovazioni e grandi novità.

Formula 1: il ritorno dell’effetto suolo e le nuove gomme

Il motorsport è senz’altro una delle realtà sportive più influenzate dalle innovazioni tecnologiche e questo fa sì che sia, da sempre, un settore in rapida e continua evoluzione. Forse la più grande novità del 2022 è il ritorno dell’effetto suolo in Formula 1, che da quaranta anni non era consentito nella massima competizione dei quattro motori. Negli ultimi anni, si sono fatte però sempre più insistenti e diffuse le richieste per reintrodurlo nelle competizioni, questo soprattutto per rendere i veicoli molto meno sensibili alla scia, favorendo quindi i sorpassi in gara. Come? Il fondo non sarà più scanalato, ma attraverso due canali Venturi l’aria sarà schiacciata nel punto più vicino al terreno. Con il risultato che diminuirà significativamente il peso della scia prodotto dai vari pezzi della carrozzeria e si farà invece molto più affidamento al suolo per la deportanza. Ovviamente, non sarà un semplice ritorno all’effetto suolo della vecchia scuola, le vetture non avranno più minigonne, ma un sistema di pinne che ridurrà al massimo l’effetto disturbo sulla stabilità generale della monoposto.

Ma il 2022 sarà un vero anno di svolta per la Formula 1 e non cambierà solamente l’aerodinamica delle monoposto. Infatti, un’altra grande novità saranno gli pneumatici che se nel 2022 avranno la stessa larghezza (305 mm all'anteriore e 405 mm al posteriore), aumenteranno invece il diametro complessivo, che passerà da 660 mm a 720 mm. Il risultato si vedrà sullo stile di guida, con una maggiore precisione nei cambi di direzione e un effetto minore sull’aerodinamica. Tutto lascia presagire una competizione altamente spettacolare con una maggiore libertà di guida dei piloti e facilità nei sorpassi.

Tutte le tappe di Gt Talent

Formula 1 in 23 Gran Premi, tra novità e qualche ritorno

Quella del prossimo anno non si preannuncia solamente una grandissima competizione nel circuito, ma anche un campionato pieno di new entries nel calendario. Il 2022 sarà infatti il calendario più lungo della storia della F1, segnando in parte l’inizio di una nuova era per il circus, che sta conquistando ogni anno nuovi spazi dal punto di vista mediatico, ma anche geografico.

Le gare inizieranno il venti marzo con il Gp di Bahrain a Sakhir, mentre l’otto maggio 2022, per la prima volta, la Formula 1 sbarcherà a Miami.  Sono molto importanti anche i ritorni di circuiti molto amati come il Gran Premio di Australia a Melbourne, il Gran Premio del Canada al Villeneuve di Montreal e il Gran Premio del Giappone e quello di Singapore. Ecco qui il calendario completo delle gare:

  • 20 marzo: GP Bahrain (Sakhir)
  • 27 marzo: GP Arabia Saudita (Jeddah)
  • 10 aprile: GP Australia (Melbourne)
  • 24 aprile: GP Emilia-Romagna (Imola)
  • 8 maggio: GP Miami (Miami)
  • 22 maggio: GP Spagna (Barcellona)
  • 29 maggio: GP Monaco (Monaco)
  • 12 giugno: GP Azerbaijan (Baku)
  • 19 giugno: GP Canada (Montreal)
  • 3 luglio: GP Regno Unito (Silverstone)
  • 10 luglio: GP Austria (Spielberg)
  • 24 luglio: GP Francia (Le Castellet)
  • 31 luglio: GP Ungheria (Budapest)
  • 28 agosto: GP Belgio (Spa)
  • 4 settembre: GP Paesi Bassi (Zandvoort)
  • 11 settembre: GP Italia (Monza)
  • 25 settembre: GP Russia (Sochi)
  • 2 ottobre: GP Singapore (Singapore)
  • 9 ottobre: GP Giappone (Suzuka)
  • 23 ottobre: GP Stati Uniti (Austin)
  • 30 ottobre: GP Messico (Città del Messico)
  • 13 novembre: GP Brasile (San Paolo)
  • 20 novembre: GP Abu Dhabi (Abu Dhabi)

Scopri il format Gt Talent

Non solo Formula 1, la Formula E raddoppia a Roma 

Tra le novità più importanti nel motorsport non c’è ovviamente solo la Formula 1. Grande attesa, infatti, c’è anche per la nuova edizione del mondiale della FormulaE – dedicato alle monoposto elettriche - che prenderà il via a Diriyah, in Arabia Saudita, il prossimo 28 gennaio e si svolgerà in 16 gare lungo 10 città diverse. Per noi italiani, la novità più importante sarà il doppio appuntamento a Roma, in cui si correrà il 9 e 10 aprile 2022. Il grande successo in termini di pubblico e di organizzazione logistica ha infatti spinto i promotori a raddoppiare l’appuntamento nella Capitale italiana.

Qui, di seguito, il calendario completo delle gare:

  • 28 e 29 gennaio: Round 1 e 2, Arabia Saudita (Diriyah)
  • 12 febbraio: Round 3, Messico (Città del Messico)
  • 9 e 10 aprile: Round 4 e 5, Italia (Roma)
  • 30 aprile: Round 6, Principato di Monaco (Montecarlo)
  • 14 e 15 maggio: Round 7 e 8, Germania (Berlino)
  • 4 giugno: Round 9, Indonesia (Giacarta)
  • 2 luglio: Round 10, Canada (Vancouver)
  • 16 e 17 luglio: Round 11 e 12, Stati Uniti (New York)
  • 30 e 31 luglio: Round 13 e 14, Regno Unito (Londra)
  • 13 e 14 agosto: Round 15 e 16, Corea del Sud (Seul)

La Coppa Italia GT 2022

Occhio anche alla prossima edizione della Coppa Italia Gt 2022 che dovrebbe iniziare il prossimo 15 maggio al World Circuit Marco Simoncelli e si articolerà in altri tre importanti tracciati italiani, Mugello, Misano e Vallelunga.

Proprio nel circuito di Vallelunga avrà la possibilità di correre il vincitore della prima edizione di GT Talent, che potrà conquistarsi in pista, quindi, l’opportunità di competere ai massimi livelli del motorsport, qualcosa di impensabile prima della creazione del nostro innovativo format per aspiranti piloti.

Scendi in pista per il tuo sogno, diventa un vero pilota GT

Il 2022 dei motorsport: cosa aspettarsi dall'anno nuovo

04 Gennaio 2022