I piloti più famosi di sempre: iniziamo da questi sei

I piloti più famosi di sempre: iniziamo da questi sei

Fare la lista dei piloti più famosi di sempre non è assolutamente facile, anzi forse è semplicemente impossibile. In questo articolo, però, senza la pretesa di essere esaustivi o definitivi, iniziamo da sei grandi figure protagoniste del motorsport che hanno inciso il loro nome nella storia delle quattro ruote per ragioni diverse.

Chi sono i piloti più famosi nella Storia?

Anche se il motorsport è conosciuto principalmente per la Formula 1, gli amanti delle quattro ruote sanno bene che la passione per i motori abbraccia un mondo molto più largo, complesso e variegato. Sono infatti diverse le competizioni più importanti, oltre la Formula 1, il Rally, la NASCAR, endurance, Indycar, solamente per citare alcuni esempi.

A partire da questa premessa, proviamo a buttare giù la lista dei sei piloti più famosi di sempre, ovviamente senza alcuna pretesa di imparzialità o esaustività. Anzi, con la promessa di continuare a raccontare i grandi uomini che hanno fatto la storia dei motori.

Graham Hill: un artista al volante

«Sono un artista, la pista è la mia tela, la macchina il mio pennello», questa è sicuramente tra le frasi più celebri di Graham Hill, il pilota versatile ed eclettico capace di vincere (unico nella Storia) la Triple Crown of Motorsport, un “triplete” automobilistico composto da tre vittorie in competizioni differenti, la 24 ore di Le Mans, il celebre Gran Premio di Monaco e la 500 miglia di Indianapolis. Stiamo parlando di un vero e proprio genio delle quattro ruote che nel 1962 e nel 1965 si è aggiudicato anche il campionato mondiale della Formula 1.

Schumacher, la leggenda

Tutt’altro profilo quello di Michael Schumacher, il pilota che ha segnato il record (poi eguagliato da Lewis Hamilton) di sette titoli mondiali vinti in Formula 1 (1994, 1995, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004) e che ha letteralmente rubato per un decennio il cuore dei tifosi italiani della Ferrari. Indimenticabili le domeniche incollati di fronte allo schermo a gustarsi le qualità incredibili di un pilota straordinario, famoso soprattutto per la irraggiungibile capacità di azzeccare il punto di frenata perfetto, che gli consentiva di entrare spesso in curva con una velocità di guida nettamente superiore agli altri. Uno stile di guida unico comunque su diversi aspetti, che ha reso il ferrarista per eccellenza il campione dei campioni della Formula1.

Scopri come diventare pilota di auto con Gt Talent

Juan Manuel Fangio, eroe di un’altra epoca

Un altro grandissimo ferrarista è Juan Manuel Fangio, nato centodieci anni fa a Balarce in Argentina, da padre abruzzese emigrato in Sudamerica come tantissimi italiani in quegli anni. È il tipico esempio di come una figura sportiva può andare oltre il mondo dello sport, incarnando totalmente le passioni, le caratteristiche, l’identità di un’epoca. La personalità temeraria e spericolata di Juan Manuel Fangio, vincitore di ben 5 titoli di Formula 1, infatti, era perfettamente in linea lo spirito di avventura di un mondo, quello dei motori, che si proiettava a massima velocità nella modernità, spinto da un’innovazione tecnologica che consentiva di superare continuamente i limiti imposti dai tempi.

Lewis Hamilton: un’icona dei tempi moderni

Un altro grandissimo pilota di Formula 1 è Lewis Hamilton. Il fatto di condividere con Schumi il record di sette titoli mondiali vinti non basta a spiegare il suo posto d’eccezione nella storia dei piloti. Hamilton è stato soprattutto un pilota continuamente al centro del dibattito sull’evoluzione più recente del mondo dei motori. Un fenomeno sulla piaggia, pilota versatile e multiforme, è stato però ripetutamente sminuito da chi attribuiva le sue vittorie esclusivamente alle qualità nettamente superiori della Mercedes. Allo stesso tempo, però, Lewis si è costruito anche la figura del simbolo del riscatto sociale, un pilota nero proveniente da una famiglia non troppo benestante che ha vinto tutto in un mondo -quello della F1- spesso esclusivo verso chi non ha grandi mezzi economici.

Sebastian Loeb: il re del rally

Sebastian Loeb è semplicemente la leggenda del rallismo. Nel decennio 2003-2010, al volante della sua Citroen si è aggiudicato praticamente tutte le gare, conquistando per ben nove volte il titolo di campione del mondo di rally. Una figura sicuramente fuori dal normale, con capacità incredibili di lavoro e miglioramento quotidiano, che lo hanno portato ad essere costantemente ai vertici di questo sport negli ultimi venti anni. Ha annunciato da pochi giorni la volontà di partecipare alla Dakar 2022, ci sarà da divertirsi.

Ayrton Senna: il più amato di sempre

Come si dice spesso di fronte a personaggi del genere, “al cuor non si comanda”. Ayrton Senna da Silvia è semplicemente il pilota più amato della storia della Formula1. Conosciuto anche come “Magic” per le sue incredibili prodezze al volante, Senna ha fatto divertire il mondo con diverse vetture, la Porsche degli albori, la piccola Toleman a Monaco, la McLaren e la mitica Lotus. Un pilota veramente emotivo, capace di trasmettere passione in pista ma anche di essere un grande uomo fuori. In Brasile fu un vero e proprio eroe del popolo, molto attivo nella solidarietà con la popolazione più povera. Il giorno del suo tragico incidente, un intero paese si fermò e -pochi giorni dopo- una folla oceanica accompagnò la salma di Magic dall’aeroporto alla cerimonia funebre. È stato un pilota impegnato fino in fondo nel cercare di costruire una Formula1 più umana, contro l’esasperazione tecnica che allora cominciava a manifestarsi in questo sport.

Scopri il progetto Gt Talent