Supercar, i consigli più importanti per la guida in pista

Supercar, i consigli più importanti per la guida in pista

La guida sportiva è una vera e propria disciplina, che si impara con lezioni teoriche e pratiche. Per questo, team come il nostro di Gt Talent mettono a disposizione, oltre alle strutture e ai servizi necessari, anche esperienza e professionalità per gli aspiranti piloti. Vediamo insieme, allora, quali sono le regole fondamentali da cui si parte per diventare piloti.

Scopri il format GT Talent

Guida sportiva, le regole fondamentali per la pista 

La premessa fondamentale è che la guida sportiva non è un gioco e non si riferisce a uno stile di guida che va contro le regole e la prudenza. Al contrario, la guida sportiva è una vera e propria disciplina, l’arte del pilota è la capacità di saper domare e controllare una Supercar in qualsiasi momento. Professionalità e sicurezza sono quindi due parole chiave per chi ama i motori.

Scopri di più sulla guida sportiva

Per questa ragione, la guida sportiva si impara con corsi specifici, allenamento, esperienza e organizzazione. È questo il primo concetto che deve entrare nella testa di qualsiasi aspirante pilota. In questo senso, ci sono alcuni consigli essenziali con cui inizia l’avventura di qualsiasi persona che intende iniziare un percorso di lezioni teoriche e pratiche, imprescindibile se si vuole diventare un vero pilota.

Vediamo insieme quali sono quelli più importanti:

Lo sguardo 

Con ogni probabilità, la giusta attitudine al volante inizia dallo sguardo. Infatti, la prima regola che si insegna agli aspiranti piloti è che “l’auto va dove guardiamo, per questo dobbiamo guardare dove vogliamo andare”. Che cosa significa? Che lo sguardo di un pilota è fondamentale per avere la sensazione della traiettoriae della velocità in pista. Ancora prima del corpo, è quindi lo sguardo che dà al pilota la possibilità di entrare bene e alla giusta velocità in curva.

La posizione alla guida 

Il secondo aspetto che si impara quando si va in pista è la posizione alla guida. Questo è un elemento che viene purtroppo spesso trascurato nella guida di tutti i giorni, ma è fondamentale per un controllo corretto di una Supercar. Da una parte c’è il confort, ovvero la necessità di stare comodi e rilassati al volante, dall’altra c’è però anche il fatto che se non abbiamo una giusta posizione, oltre a stare scomodi, non riusciremo nemmeno ad avere il pieno controllo della macchina. Detto ciò, la posizione corretta parte dalle spalle e dalle braccia. Il corpo deve essere vicino al sedile e le mani al volante devono essere ben salde alle 9.15; anche in curva le spalle non devono mai staccarsi. L’idea è quella di essere il più possibile aderenti e organici alla vettura, un tutt’uno con la macchina.

Vuoi diventare pilota di pista?

Accelerazione e frenata 

La gestione dell’accelerazione e della frenata è ovviamente il punto cardine di un buon pilota. Se la leva che permette di prendere velocità in pochi secondi è il “punto g” di ogni pilota, è anche vero che alla fine di ogni rettilineo c’è la staccata, ovvero la frenata che deve poter diminuire rapidamente un bolide lanciato in piena velocità. La regola fondamentale è che la possibilità di usare freno e acceleratore dipendono dall’angolo di sterzo che stiamo usando. Infatti, il volante è il controllo principale della vettura, più è dritto e più possiamo frenare o accelerare in maniera energica.

Freddezza e razionalità nella gestione delle emergenze 

In pista -come nella vita- nelle situazioni di pericolo il primo istinto è sempre quello di reagire emotivamente, oppure di bloccarsi. Al contrario, quando si è alla guida di una Supercar è fondamentale mantenere sempre freddezza e razionalità, anche nei momenti in cui si rischia di perdere il controllo della vettura. L’esempio principale è quello della frenata. In certi momenti, il freno può apparire come la soluzione più semplice e immediata, invece rischia di essere una “toppa peggiore del buco”. Infatti, in una situazione di perdita di controllo della macchina, se freniamo molto probabilmente finiremo per bloccare le ruote e quindi per perdere ancora più aderenza dall’asfalto.

Scendi in pista in una vera gara di Coppa Italia GT