Ferrari F430 Challenge, alla scoperta di un mito

Guidare in pista una Ferrari, il tuo sogno può diventare realtà

La Ferrari F430 Challenge è la supercar nata nel 2005 come evoluzione, su pista, della F430. Una famiglia di macchine indimenticabili, che ha impresso una svolta alla storia recente della Ferrari. Potenza e bellezza per il Cavallino Rampante, da provare almeno una volta nella vita. La F430 Challenge è tra le auto disponibili per gli aspiranti piloti che partecipano a GT Talent. Un’occasione unica per sperimentare la sua velocità in gara.

Scopri il format GT Talent

F430, la macchina della svolta in casa Ferrari

Quando venne presentata ufficialmente al Motor Show di Parigi del 2004, la F430 fu salutata come la macchina della svolta in casa Ferrari. Infatti, con questa nuova berlinetta, erede diretta della storica 360 Modena, la scuderia del cavallino rampante ha scelto di puntare su uno stile di auto in grado di conquistare un mercato più ampio. E la supercar ha mantenuto le promesse. Prodotta fino al 2009, ha inaugurato la nuova generazione di motori V8 di Maranello ed è stata tra i modelli più amati di sempre. Quando è andata in pensione, ha lasciato il campo ad un'altra primadonna eccezionale: la Ferrari 458 Italia.

Non perdiamo di vista, però, la regina di questo articolo, cioè la F430. Conosciamola meglio attraverso la sua scheda tecnica, i dettagli della carrozzeria e quelli del motore.

Scheda tecnica F430 

Cilindrata: 4307 cm3

Cilindri disponibili: 8 cilindri a V

Coppia max Nm/giri: 465/8500

Grammi di CO2 emessi per km: 420

Numero di rapporti: 6 + retromarcia

Trazione: posteriore

Lunghezza: 4,51 m

Larghezza: 1,92 m

Altezza: 1,21 m

Peso: 1525 kg

Velocità massima: 315km/h

Accelerazione 0-100: 4 secondi

La carrozzeria ed interni 

Dal punto di vista delle linee e dell’aerodinamica, la F430 rappresenta un’evoluzione ben riuscita della Modena 360. I miglioramenti sono evidenti soprattutto sotto il profilo della tenuta di strada ad alte velocità, grazie all’aumento del carico aerodinamico.

Il design porta l’inimitabile firma di Pininfarina, in collaborazione con Frank Stephenson. Lo stile è aggressivo ma ogni singolo particolare, sia all’esterno che all’interno della vettura, è disegnato e progettato con un unico obiettivo: massimizzare le performance. Ecco perché l’abitacolo è essenziale e asciutto, senza elementi inutile che possano appesantirlo. Infine, i comandi più importanti sono tutti sul volante.

Il motore 

Veniamo ora al cuore della Ferrari 430, ovvero il suo motore, localizzato in posizione centrale. Si tratta di un V8 di 90°, con monoblocco e testate in lega di alluminio. Una tipologia di motore che farà la gioia dei ferraristi per molti anni. Rispetto al motore della Ferrari 360 ha una cilindrata nettamente maggiore ma un peso di 4 kg inferiore. Questo gli permette di sprigionare performance senza precedenti, sfrecciando fino a una velocità massima di 315 km/h.

Una delle sue peculiarità tecniche più interessanti, infine, è il montaggio dell’E-Diff, cioè il differenziale elettronico, mutuato dalla Formula 1. Questo sistema garantisce all’F430 una perfetta e rapida ripresa in uscita dalle curve.

Il circuito di Vallelunga sarà il teatro della finale di GT Talent

I tanti volti della Ferrari 430

La Ferrari 430 è stata prodotta in diverse versioni, raggruppabili in due macro-categorie, quelle stradali e quelle da pista.

Le versioni stradali 

Le versioni stradali sono tre:

  • 430 Scuderia, presentata nel 2007 e sviluppata con il supporto di Michael Schumacher;
  • 430 Scuderia Spider 16M, nata nel 2008 come variante scoperta della 430 Scuderia;
  • F430 Spider Biofuel, lanciata, sempre nel 2008, al Salone dell’auto di Detroit.

Le versioni da pista

Due, invece, le versioni della F430 pensate per le piste:

  • F430 Challenge, che nel paragrafo successivo vediamo nel dettaglio;
  • F430 GTC, la variante da competizione.

La Ferrari F430 Challenge, regina delle piste 

Se la F430 è una vera regina della strada, la sua variante F430 Challenge è nata per dominare le piste (qui la scheda ufficiale sul sito Ferrari). Prodotta a partire dal 2007, era stata lanciata in realtà due anni prima, nel 2005, al Salone dell’auto di Francoforte.

La somiglianza con la “madre” è tanta, a partire dal motore V8 e dalla potenza erogata. La Challenge, però, presenta alcune caratteristiche aggiuntive legate proprio al suo essere destinata alle gare. Ad esempio, sono stati eliminati tappetini e autoradio, inutili in pista, è anche l’ABS. Inoltre, i sedili da competizione hanno preso il posto di quelli standard. Il volante, poi, è stato sostituito con un di tipo removibile, così da permettere un’entrata nell’abitacolo e un’uscita più agevoli.

Il motore centrale longitudinale, invece, come detto, è rimasto lo stesso. Sempre un V8 a 90°, con identica cilindrata e stessa coppia motrice. Il cambio è a sei marce, mentre i freni sono in carbonio e composti ceramici, per favorirne l’uso intensivo.

La F430 Challenge ha preso parte al campionato monomarca Ferrari Challenge Trofeo Pirelli ed è comparsa anche nel simulatore di guida Ferrari Challenge.

Vuoi provare la F430 Challenge in pista? Iscriviti a GT Talent!