Il circuito Tazio Nuvolari di Pavia: un impianto all’avanguardia

Il circuito Tazio Nuvolari di Pavia: un impianto all’avanguardia

Il circuito Tazio Nuvolari di Pavia è stato sviluppato per esaltare il piacere della guida in totale sicurezza. Dedicato a una leggenda dell’automobilismo, è un circuito all’avanguardia con ben 5 tracciati tecnici e una struttura di accoglienza semplicemente fantastica. Le sue caratteristiche funzionali e moderne insieme alla posizione geografica strategica lo rendono un punto di riferimento fondamentale per tutto il tessuto motoristico italiano.

Vuoi diventare pilota? Ecco come fare

Tazio Nuvolari, un circuito all’altezza del più grande di tutti i tempi 

Durante la Prima Guerra Mondiale, nel tragico scenario del fronte orientale del conflitto, un giovane italiano si distingueva per bravura nel trasporto di feriti con le ambulanze della Croce Rossa. Quel ragazzo, nato a Castel d’Ario (Mantova) il 16 novembre 1892, si chiamava Tazio Nuvolari e negli anni successivi alla Grande guerra sarebbe diventato il più famoso pilota italiano. Oggi, a quasi 70 anni dalla sua morte, si può tranquillamente affermare che Tazio Nuvolari, oltre ad essere il più grande pilota italiano di tutti i tempi, è una vera e propria leggenda e una specie di mito per tutti gli amanti delle quattro ruote nel nostro paese. A lui è dedicato il circuito incastonato nella splendida e verde pianura del Po nella località di Cervesina, a ridosso del fiume, in provincia di Pavia.

Per la sua posizione strategica (che lo rende facilmente raggiungibile dalle principali autostrade che collegano le città del nord Italia) il Circuito Tazio Nuvolari di Pavia è un punto di riferimento per tutti i piloti delle regioni settentrionali. Tuttavia, la sua centralità nel mondo motoristico italiano non può spiegarsi solamente con la geografia. Infatti, il Circuito di Pavia si posiziona all’avanguardia del settore soprattutto per le ottime caratteristiche delle piste e dell’impianto in generale.

Il format GT Talent

I circuiti del Tazio Nuvolari 

Ci si rende facilmente conto che il Tazio Nuvolari è una pista dove ci si diverte in totale sicurezza e fiducia. Non c’è da stupirsi, perché il circuito è stato pensato e sviluppato nei dettagli per esaltare il piacere della guida, la sicurezza e per favorire i sorpassi.

Con un rettilineo di 720 metri in lunghezza, che arriva a raggiungere una larghezza complessiva (includendo le banchine asfaltate) di 16 metri, e una varietà di curve bilanciate tra destra (6) e sinistra (5), il circuito presenta diversi passaggi tecnici che consentono di esaltare le capacità e l’estro dei piloti più esperti. Allo stesso tempo, però, per i piloti meno rodati, le diverse vie di fuga asfaltate garantiscono anche la possibilità di correggere la traiettoria prima di finire sulla (comunque ampia) superficie di ghiaia.

Oltre che per sviluppare e testare le capacità di chi guida, le sue caratteristiche lo rendono un ottimo circuito anche per testare la guidabilità di diverse tipologie di moto e vetture, tra cui le Supercar. Anche per questo, il circuito è modulare. Il totale della pista misura complessivamente 2805 metri, ma può essere utilizzata anche in versione “intermedia” (1700 metri), oppure “short” di 900 metri. La pista short e quella intermedia possono essere usate anche in contemporanea. Il “Nivolino”, invece, è il circuito più breve, secondario e totalmente indipendente da quello principale, che misura 440 metri ed è perfetto per minimoto, pit bike e kart.

In totale, l’impianto ospita 5 differenti tracciati tecnici:

  • Il circuito ad alta velocità di 2805 metri (suddivisibile in due circuiti da metri 1784 e 910 l’uno);
  • Il circuito per corsi di guida sicura con impianto idrico, pista ABS e muri d’acqua;
  • Il circuito “Nivolino” (metri 440);
  • Il circuito off road per vetture fuoristrada;
  • Il percorso sterrato.

Bisogna ricordare, infine, che ad aprile 2020 sono stati approvati ufficialmente i lavori per l’ampliamento del circuito principale, con il progetto ambizioso di portarlo fino a 5.2 chilometri. Così, il Tazio Nuvolari si appresta a diventare il terzo circuito più grande d’Italia.

Scegli il tuo circuito preferito e inizia l’avventura

La struttura del Tazio Nuvolari 

Gli ottimi tracciati del Circuito di Pavia sono ovviamente accompagnati da una struttura funzionale e moderna. Ci sono due paddock (il principale e il P1) con un’estensione complessiva di circa 16.000 mq. Il Paddock principale è completamente asfaltato e all’occorrenza irrigabile con impianti idrici removibili. Il Paddock P1 con la pista in resina speciale e un impianto di irrigazione permanente e è invece pensato per la guida sicura, i test Abs e le omologazioni.

Le strutture ricettive di accoglienza non sono da meno. Una menzione speciale la merita la sala briefing di 85 mq, il posto ideale per attività didattiche e formative, con più di 50 posti a sedere, schermo tv da 50’’, una lavagna cartacea e planimetria del circuito. Accanto, c’è la strepitosa sala hospitality di 170mq con una ampia vetrata che garantisce la visuale su tutto il tracciato da un punto di vista a dir poco privilegiato. Infatti, qui siamo proprio sopra alla pit/lane, sulla line di traguardo/partenza.

A completare l’impianto, la caffetteria. Una antica carrozza delle ferrovie svizzere trasformata in un comodo e accogliente spazio dove rifocillarsi nelle giornate di pista, situata su una suggestiva terrazza panoramica. Dietro c’è anche un ristorante-serf service con più di 100 posti a sedere.

Gareggia davvero sul circuito Tazio Nuvolari